di Alberto Mangano
www.manganofoggia.it

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Università del Crocese  (Scuola di Tradizioni)

                                   di Angelo Capozzi

 

     L’Università del Crocese viene istituita il 10 febbraio del 1999, su proposta della Commissione Cultura della VI Circoscrizione “Croci” (Comune di Foggia) durante la Presidenza di Alessandra Leone, con l’idea di approfondire la cultura tradizionale foggiana. Come scuola si afferma subito, perché vi si iscrivono alunni desiderosi di apprendere e soprattutto, nel contempo, depositari di antiche tradizioni. In poco tempo diventa una realtà capace di superare avversità, difficoltà, capace di evolversi nel migliore dei modi. Dalla fondazione ad oggi i docenti non hanno avuto nessuna forma di compenso.

     I primi docenti sono stati Gaetano Saracino, Felice Stella, Michele Dell’Anno, Giuseppe Esposto. Il secondo anno è diventato Presidente della Circoscrizione Raffaele Brigida.

     Durante il VII anno, durante la Presidenza di Saverio Cassetti, l’Università del Crocese si ristruttura, quasi rifondandosi. In questo momento i corsi sono quelli di: Folklore foggia e cultura dei Dauni, analisi del Canto e del Ballo tradizionali, Mestieri e Giochi tradizionali, Grammatica del Foggiano, Storia di Foggia, Teatro popolare foggiano, Storia delle Compagnie e del teatro foggiano, Musica dotta foggiana. La scuola aumenta e potenzia le sue finalità e le relative attività. Foggia in quanto antica città dei Dauni (Equotutico dipendente da Arpi) e capoluogo, con la Scuola di Tradizioni diventa punto di riferimento per la cultura tradizione dei paesi della provincia, che risulta essere abbastanza omogenea perché derivante dalle stesse popolazioni. In più l’Università promuove la maestosa e complessa cultura della transumanza, di cui Foggia, con l’Istituto della Dogana delle Pecore e con i suoi numerosi tratturi, ne era la capitale. Questa riforma ha ridato centralità ed importanza alla nostra città, valorizzando i suoi meriti e non inventando nulla per amplificare la sua importanza.

     Da questo momento la scuola si apre alla partecipazione di studiosi e musicisti della provincia, dell’Abruzzo, del Molise, della Campania, ecc. Abbiamo coinvolto le scuole del territorio con spettacoli teatrali e recital di poesie in vernacolo, organizzato conferenze sulla zampogna e promosso i relativi concerti, abbiamo allestito presepi tradizionali. Abbiamo coinvolto nelle nostre attività il Santuario della Madonna Incoronata di Foggia, valorizzato il flauto di Pan, invitando musicisti abruzzesi e proponendo conferenze; lo stesso abbiamo fatto con la zampogna di Panni. Abbiamo ospitato gruppi che eseguivano le danze di Capitanata, delle altre regioni e nazioni. Sono stati proposti seminari che duravano alcuni mesi (Carnevale, Quaresima, Pasqua, Tarantelle, Rete della Transumanza).

     Per festeggiare il decimo anno della scuola abbiamo promosso numerosissime attività, fra le quali:

- Organizzazione del primo “Corso di Didattica del Folklore”, rivolto alle insegnanti delle Scuole Primarie foggiane.

- Festeggiamento dell’anniversario attraverso la premiazione degli alunni, dei docenti e degli ospiti esterni con medaglie commemorative.

- Si è curato il libro “Università del Crocese, Scuola di Tradizioni”.

- Hanno inaugurato l’anno scolastico, con un recital di canti tradizionali napoletani, i foggiani Enzo Salemme e Giuseppe Citoli.

- Concerto dello zampognista molisano Piero Ricci (il miglior zampognista d’Italia).

- Conferenza “Radici e Rami per l’arte”, dello scultore del legno il foggiano Benedetto Scopece.

- Conferenza “La Grotta di San Michele di Cagnano” del sammarchese Antonio Guida.

- Guida all’ascolto sul tema “Musica e Spiritualità Micaelica” con Marco Lacasella.

- Concerto di zampogna del campano Dionigi Santoro.

- Balli tradizionali con Antonio Pelosi.

- Rappresentazione in vernacolo “Natale oggi”.

- Conferenza di Cristoforo Carrino sul tema “Le razze animali domestiche originarie della Capitanata”.

- Spettacolo natalizio del gruppo teatrale e della corale di Faeto, organizzato da Ausilia Pirozzoli.

- Esibizione del gruppo di danza tradizionale lucerino “Ethnos”.

- Concerto di canti napoletani e lirici con i foggiani Antonio Raspatelli e Ludovico Carchio.

- Concertino con i foggiani Sanpiero e Michele Piemontese.

- Poesie in vernacolo con Gianni Ruggiero.

- Canti di Matteo Salvatore interpretati da Nicola Briulo (alunno di Salvatore).

 

    Quest’anno i corsi, che sono come sempre gratuiti, sono:

 

Grammatica del Foggiano e Storia di Foggia                                         Franco Garofalo

Teatro in vernacolo                    Antonio De Pellegrino

Poesie dialettali                          Saverio D’Amato

Personaggi Foggiani                   Antonio Salvato

Antichi giochi e antichi mestieri                                                      Giacinto Sica

Ballo tradizionale                        Luigia Levrieri

Analisi del Canto e del Ballo tradizionali 

                                                    Giuseppe Donatacci

Folklore Foggiano e cultura dei Dauni                                                                   Angelo Capozzi

Secondo Corso di Didattica del folklore rivolto alle insegnanti delle Scuole Primarie foggiane, referenti A. Capozzi e G. Donatacci.

 

Addetto Stampa: Alberto Mangano

Coordinamento insegnanti: Antonio Pelullo 

Rettore: Gianni Mongelli

Presidente : Tannoia Antonio

Segretaria: Patrizia Grassi

 

Per prendere contatti con l’Università del Crocese si può scrivere a: info@manganofoggia.it oppure telefonare alla segreteria dell’Università: 0881 792960 – fax 0881 792966. Per contatti diretti 1° Circoscrizione “Arpi-Croci” (nord), viale Candelaro n. 102.

 

HOME